Fisioterapia. Si chiamano Gyrotonic e Gyrokinesis. Sono due nuove discipline fitness made in Usa, praticate da top model e celebrity come Gwyneth Paltrow, Madonna e Kim Cattrall. P. Scaccabarozzi su Donna

Nel nostro paese sono state importate da poco, ma già con grande successo.

Utilizzano i principi chiave della danza, dello yoga, della ginnastica dolce e del nuoto, allo scopo di migliorare la mobilità articolare, la circolazione sanguigna e linfatica, di rendere il corpo più fluido e armonioso, di regalare benessere generale.

“Il Gyrotonic”, spiega Katia Rizzello, fisioterapista del corpo di ballo della Scala e istruttrice di Gyrotonic dell’etoile Alessandra Ferri, “prevede l’uso di particolari attrezzature, che permettono movimenti circolari di massima ampiezza.

L’obiettivo è evitare compressioni muscolari e rinforzare naturalmente sia i tendini sia la muscolatura profonda. Il Gyrokinesis si esegue, invece, a corpo libero, da soli o a piccoli gruppi.

Agisce sull’intero corpo, concentrando l’attenzione soprattutto sulla colonna vertebrale e la zona pelvica. Fondamentale una corretta respirazione, per stimolare il sistema nervoso e gli organi interni”.

Nate negli anni 90, allo scopo di riabilitare alla danza il ballerino ungherese Julio Horvart, che si era rotto il tendine d’Achille, Gyrotonic e Gyrokinesis hanno, dunque, ampliato notevolmente il loro utilizzo.

“Dalla remise en forme dei ballerini”, continua Katia Rizzello, “si è passati a un uso più generalizzato di queste discipline.

Si va dai percorsi fisioterapici post infortunio alla salute in gravidanza e dopo il parto. Non è tutto. Sono attività ottime per l’anziano, perché dolci e armoniche.

E sono anche efficaci strumenti educativi per i bambini, perché li aiuta nella coordinazione e percezione del proprio corpo”.

Hai bisogno di aiuto? AVVIA