• mercoledì 21 novembre 2018

Il valore della testimonianza – commento al film “Lucemia”

Il regista e protagonista Lucio Viglierchio

Mercoledì 13 giugno ha avuto luogo presso l’aula magna dell’Ospedale Mauriziano la proiezione del film documentario Lucemia.

Presenti in aula, per dialogare con il pubblico e invitati dall’Associazione Anapaca, organizzatrice dell’evento, l’autore e regista Lucio Viglierchio, la coordinatrice infermieristica Cristina Mentone e il medico oncologo Alessandro Cignetti, entrambi in servizio presso  il reparto di oncologia ematologica del Mauriziano.

Poche righe per cercare di descrivere il senso di una esperienza che ha fortemente emozionato i cinquanta partecipanti, per la gran parte soci dell’Associazione.

Lucemia non è un film alla ricerca di un senso di una morale. In modo contemporaneo è un opera che mira ad una testimonianza:  la testimonianza di un uomo, il regista, che ha incontrato prima la malattia e poi la determinazione di una guarigione che passa anche per la possibilità di esorcizzarne la paura e poi la testimonianza di una donna, Sabrina, che attraversa un percorso analogo, sebbene caratterizzato da un epilogo differente.  Ciò che ne scaturisce è un incontro molto intenso e toccante.

Il valore della testimonianza è stato ribadito dalla presenza in sala insieme al regista del personale sanitario che ha avuto in cura sia  l’autore che Sabrina. Insieme a lui, nel dialogo che ha seguito il film al termine della proiezione, hanno raccontato scorci della loro esperienza.

Il valore della testimonianza è l’esemplificazione di un coraggio tutto umano, che esula dalle idee di giusto e di sbagliato e che non rimanda alla ricerca di un senso ulteriore per ciò che di drammatico, imprevisto e doloroso accade nel corso delle nostre esistenze.

Tutto ciò i tre ospiti hanno continuato a rendere palpabile nel corso della serata e mentre questo accadeva mi tornavano alla mente i tanti racconti dei volontari che ho ascoltato in diversi anni. Nei loro incontri c’è il valore della testimonianza di coloro che hanno incontrato ma anche della propria dinnanzi allo stesso umano coraggio.

Molto di più le mie parole non possono raccontare. Anche questo è valore della testimonianza:  si esprime nel momento in cui si manifesta e poco se ne può raccontare dopo.

E’ come cercare di raccontare la luce… anzi la Lucemia.

Rosario Tomasetta – 25 giugno 2018