Carciofi, Uva nera. Mirtilli, Pere. Asparagi. Broccoli. Melanzane. Wasabe. Sono gli alimenti che combattono meglio l’invecchiamento della pelle. E un libro propone la dieta perfetta per la bellezza. Letizia Gabaglio, L’Espresso.it, marzo 2011


Preoccupati di rughe, macchie e invecchiamento della pelle? Allora fareste bene a non fumare, a muovervi un po’, ma soprattutto a mangiare alimenti ricchi di antiossidanti.

Insieme a creme e trattamenti anti-età, infatti, numerosi studi scientifici dimostrano che la frutta colorata e acidula, come mirtilli, prugne e fragole, e vegetali con foglie verde scuro, come carciofi, spinaci, cavoli, broccoli, funzionano da veri toccasana per la salute della pelle.

Il tutto condito con spezie a volontà e oli vegetali spremuti a crudo, olio extra vergine d’oliva per primo. E poi cereali integrali e legumi, pochissima carne e tanto pesce.

“Molti alimenti hanno un potente effetto antiossidante e quindi combattono la presenza di radicali liberi, i prodotti di scarto dell’ossidazione cellulare che è alla base dell’invecchiamento cutaneo”, spiega Pucci Romano, dermatologo che insieme alla sua collega Gabriella Fabbrocini e la collaborazione di Lorella Cuccarini manda in libreria con Giunti “A tavola non si invecchia”: ricette e consigli per cucinare scientificamente.

“La capacità dei vegetali di catturare i radicali liberi e proteggere le cellule dallo stress ossidativo è stata misurata con una unità di misura ad hoc e sulla base di questa analisi sono state create delle ricette anti-aging”, continua Romano.

L’unità di misura è l’Orac (Oxygen radical absorbance capacity) e per prevenire l’invecchiamento bisognerebbe assumerne ogni giorno almeno 2 mila.

Un obiettivo tutto sommato non difficile da ottenere: si può iniziare con una tartare di sedano, caprino e pomodorini con origano e peperoncino (potere antiossidante fra i 2.300 e i 2.500 Orac) e proseguire con un bollito misto al wasabi (fra i 2.600 e 2.800 Orac).

L’antipasto è ricco di quercetina, sostanza presente nel sedano che cattura gli ioni metallici che favoriscono l’ossidazione cellulare e quindi l’invecchiamento. Nel secondo invece trionfa il potere anti-età del wasabi, ricco di isotiocianato, che ha un forte potere antinfiammatorio e di inibizione dello stress ossidativo.

Cosa prediligere in sintesi? Cereali integrali, perché è stato dimostrato che le vitamine C ed E contenute nel grano integrale insieme ad antiossidanti come carotenoidi o selenio sono 50 volte più efficaci se assunte da sole.

E poi i legumi, ricchi di saponine, composti che derivano dal glucosio, che rendono turgida la pelle. Frutta e verdura colorata, poca carne e molto pesce. La cottura deve essere la minima indispensabile, il condimento preferibilmente a crudo. E usare spezie come curcuma, salvia, timo, origano, peperoncino in quantità.

 

Hai bisogno di aiuto? AVVIA