lm&sdp su La Stampa.it novembre 2009. Source: lo studio è stato pubblicato sulla rivista “Psychosomatic Medicine”.

Ci sono molte pratiche che possono aiutare le persone a scaricare le tensioni, lo stress, l’ansia e alcune forme lievi di depressione, tra queste vi è senz’altro la meditazione. Numerosi studi hanno confermato come la meditazione sia un buon mezzo per ridurre gli effetti negativi della vita stressante e… sempre più frenetica.

I ricercatori della Scuola di Medicina dell’Università del Massachusetts, per esempio, hanno condotto uno studio in cui venivano registrate e misurate le onde cerebrali di 41 dipendenti, particolarmente stressati, di un’azienda del Wisconsin operante nel settore tecnologico.

I partecipanti sono stati suddivisi a caso in due gruppi. Un primo gruppo di 25 a cui è stato chiesto di seguire delle lezioni per imparare a meditare in 8 settimane. I restanti 16 sono stati utilizzati come gruppo di controllo.

A tutti i 41 volontari sono state registrate le onde cerebrali in tre diversi momenti: prima dell’inizio dello studio, durante le 8 settimane di lezioni e pratica della meditazione per il gruppo di 25 e di nulla di fatto per il gruppo di 16, e poi quattro mesi dopo il termine.

Dall’analisi dei dati registrati i ricercatori hanno scoperto che nelle persone che avevano praticato la meditazione si era mostrato un significativo cambiamento nelle attività cerebrali del lobo frontale sinistro, cosa che rendeva le persone molto più calme e serene rispetto a quanto non fossero prima di iniziare le sedute di meditazione.

Hai bisogno di aiuto? AVVIA