Articolo: Sono le persone che fanno la differenza

IMG_3451

Il mercato in cui più amo fare la spesa è quello di Porta Palazzo.  Il più grande mercato all’aperto d’Europa.
Lo amo perché è colorato, multietnico, ricchissimo di prodotti e, non ultimo,economico

A Porta Palazzo non ti sembra di essere a Torino, potresti essere ovunque
Ma il motivo per cui lo amo maggiormente sono le persone.
Le persone che vanno a fare la spesa lì, di tutte le razze e le nazioni: dal ristoratore cinese che compra tre chili di creste di gallo alla signora meridionale, emigrata a Torino quarant’anni fa, che ancora mantiene l’accento di casa, alle bellissime donne africane, con i bambini legati addosso avvolte nei loro kanga coloratissimi. 

A Porta Palazzo trovi tutti. Mescolati in un pentolone di umanità variegata. Ed è bello così.
E poi ci sono i venditori: dopo alcuni anni, alcune fregature prese e diverse prove ho identificato i miei punti di riferimento. 
Nel mare magnum del mercato ho una manciata di mercatari con cui ho instaurato ormai un rapporto di fiducia
Si compra, si chiacchiera, ci si fa raccontare da dove proviene la merce, come vanno le cose, si commenta il numero immenso di francesi che sbarcano con i pullman al mercato ogni sabato. 
Le difficoltà dovute al clima, troppo caldo, troppo freddo. Insomma, si instaura un rapporto. E anche questo è bello. 

Sono le persone che fanno la differenza. Le fragole possono essere più o meno buone (purché non siano marce). 
Ma se assieme alle fragole si portano a casa anche due chiacchiere è tutto più bello.

Ecco. Le relazioni umane. Quelle fanno la differenza per ogni associazione
Le persone che accolgono, rispondono al telefono, alle mail. 
La qualità dei rapporti umani è determinante, qualunque servizio si offra, qualunque lavoro si svolga.
La professionalità, la preparazione sono importantissime. 
La scortesia, la rigidità nei rapporti umani possono spazzare via in un sol colpo qualunque buon lavoro.
Se non hai ancora letto le ultime interviste del mio blog, le trovi qui. Storie che ispirano, che fanno riflettere anche sulle relazioni umane:
Flavia Chiarelli Sport Marketing Manger
Monia Azzalini Media Analyst

 

Segreteria – 24 maggio 2018

Altri articoli dal nostro blog

Prodotto da Alter Think e condotto da Aureliano Stingi, “La Grande C” è un podcast che siarticola in dieci puntate in cui …

Il volume “I numeri del cancro in Italia 2022”, racchiude il censimento ufficiale giunto alla12esima edizione degli aspetti relativi alla diagnosi e …

Per questa settimana Anapaca vi consiglia questa interessante serie Netflix, una produzione spagnola diretta da Daniel Sanchez Arevalo. La trama Le ragazze dell’ultimo …

Classe 1964, Gianluca Vialli non ha bisogno di presentazioni: tra i migliori centravanti degli anni 80 e 90 del XX secolo oggi …

Un cancro può colpire chiunque, anche se alcune persone sono più vulnerabili di altre. Alcuni fattori di rischio, come l’ambiente, le abitudini e i comportamenti, si …

Quando nell’agosto 2012 gli hanno dato quattro mesi di vita, Leonardo Cenci ha preso una decisione: «Non se ne parla neanche, ho …

Anapaca consiglia: 50 e 50 – Un film di  Jonathan Levine (2011) La trama Adam Lerner (Joseph Gordon-Levitt) ha 27 anni e lavora …

In Italia quello della prostata è il tumore più diffuso nella popolazione maschile e rappresenta il 18,5 per cento di tutti i …

Pianista, compositore, direttore d’orchestra e scrittore italiano, Giovanni Allevi è un artista che ha saputo entrare nell’immaginario collettivo delle nuove generazioni con …

Ottobre, il mese dedicato alla prevenzione del tumore al seno, sta giungendo a termine e vogliamo dedicare una riflessione sul valore del …

Un breve video con preziose parole condivise da una nostra volontaria, che da aprile opera presso l’hospice

Preziose cicatrici Il mio percorso di ricerca e speranza nella lotta al tumore al seno di Viviana Galimberti – Ed.Rizzoli Non è …